Si prega di attivare JavaScript nelle Impostazioni del tuo Browser Internet per visualizzare correttamente il sito web


Spedizioni entro 24h

Gratis a partire da € 149,99

Reso facile e veloce

14 giorni per cambiare idea

Anelletti al forno palermitani

Anelletti al forno palermitani

Sformato di anelletti palermitani al forno.
Questo piatto alternativo alle bolognesi lasagne al forno, è di origine palermitana e rappresenta il piatto principe delle feste siciliane, quelle per intenderci, con tanti parenti riuniti attorno ad una tavolata strapiena di ogni bontà e colma di allegria.

L'ingrediente primario, il più importante, è un tipo di pasta non facile da trovare al di fuori dei "confini" siciliani, gli anelletti o anellini, pasta di forma, appunto rotonda ad anello usata oltre che per creare lo sformato di pasta, anche per assemblare supplì e arancine alternative.

 Ingredienti per 4 persone :


500 gr. di Anelletti o Anellini
250 gr. macinato di vitello
250 gr. macinato di maiale
150 gr. pecorino a cubetti
100 gr. caciocavallo grattugiato
700 gr. Passata di pomodoro
400 gr. pomodori pelati
250 gr. di piselli freschi o surgelati
80   gr. pangrattato
un cucchiaio di estratto di pomodoro
1 bicchiere di olio extra vergine di oliva
1 bicchiere di vino bianco secco
2 melanzane
4 uova
1 cipolla media
1 gambo di sedano
1 carota media
4 foglie di alloro
sale e pepe
due cucchiaini piccoli di burro

PROCEDIMENTO


In un tegame medio, versate mezzo bicchiere di olio extra vergine di oliva le cipolle, il sedano e le carote tagliate finemente, 2 foglie di alloro e la carne macinata sia di vitello che di maiale, lasciate rosolare bene il soffritto amalgamandolo con la carne il sale e il pepe, poi sfumate con un bicchiere di vino bianco e aggiungete l'estratto di pomodoro, quest'ultimo dovrà essere spezzettato e aiutato a sciogliersi con l'aiuto di una forchetta.

Non appena il composto avrà raggiunto una media cottura, e l'estratto si sarà sciolto, procedete prima ad aggiungere i pomodori pelati, scomponendo con l'aiuto di una forchetta i pezzettoni di pomodoro, poi la passata, un pizzico di sale e lasciate cuocere, mescolando di tanto in tanto, per circa un quarto d'ora a fuoco medio, poi abbasserete la fiamma.

Nel frattempo, tagliate le melanzane per il verso lungo, producendo fette non troppo spesse (in genere da ogni melanzana se ne possono ricavare da 8 a 10), mettetele a friggere con il resto dell'olio di oliva in una padella, lessate i pisellini e gli anelletti con le altre due foglie di alloro, e preparate le uova sode e i formaggi.

Passata una mezz'oretta, potete spegnere il ragù, nel frattempo avrete scolato gli anelletti o anellini ASSOLUTAMENTE AL DENTE (in questo caso visto che la pasta cuocerà in forno ancora per diversi minuti, potete regolarvi per circa 8-10 minuti di cottura) le uova e i pisellini;

Disponete gli anelletti o anellini in una pirofila abbastanza capiente, o una teglia rotonda se volete, quella per le torte, l'importante che sia tanto capiente da accogliere oltre alla pasta, tutti gli altri ingredienti senza difficoltà.

Procedete cospargendo la teglia, di uno strato di burro e di alcune cucchiaiate di ragù, quindi in ordine uno strato di pasta, il ragù, le melanzane fritte, il pecorino a cubetti, le uova sode tagliate a rondelle, i pisellini e il caciocavallo grattuggiato, ripetendo gli strati fino ad esaurimento degli ingredienti, bilanciandoli proporzionatamente per ogni strato.

Infornate con un'ultima spolverata di caciocavallo grattuggiato e pangrattato, per la gratinatura, e attendete circa 15 minuti.

Il capolavoro è compiuto !! Portate a tavola e servite nei piatti con un vino Nero d'Avola rosso corposo.

Buon appetito..